Come poter preparare il bollito con la pentola a pressione

Poter preparare il bollito con l’uso della pentola a pressione potrebbe rappresentare un sollievo per chi ama ama tale alimento ma magari non ha molto tempo per poterlo preparare. Ecco qui sul sito www.pentola-pressione.it tante fantasiose ricette.

Il brodo fatto con il bollito di carne mista è certamente una ricetta alquanto deliziosa per chi piace, ed è pure tanto semplice da preparare.

Tagliate le verdure e selezionata bene la carne, si potrà affermare che tale ricetta si prepara in modo molto semplice. Difatti, per la preparazione di un buon brodo, e di un buon bollito di carne, sarà necessario che gli ingredienti abbiano il tempo occorrente per la cottura e per  il rilascio di tutti i sapori. Generalmente per un buon bollito, si necessita di almeno un paio di ore. Con l’uso della pentola a pressione, il tempo di bollitura sarà certamente minore, difatti, basteranno soltanto 40 minuti circa.

Ecco come preparare il bollito con la pentola a pressione

Gli ingredienti per poter preparare un gustoso bollito grazie al prezioso utilizzo della pentola a pressione:

-1 litro e un quarto di acqua fredda;

-300 gr di biancostato;

-700 gr di muscolo di vitello oppure di cappello di prete di manzo;
-2 carote medie;

-1 cipolla grande;

-1 costa di sedano;

spezie a piacere;

sale a piacere.

Il procedimento è molto semplice basterà seguire passo dopo passo semplici istruzioni, come pulire e lavare accuratamente le carote e tagliarle in pezzi grandi. Si porta poi ad ebollizione l’acqua nella pentola a pressione, priva di coperchio, infine si aggiunge la carne e tutte le verdure. In tal caso la ricetta ha in previsione un lesso, invece per il bollito, si potrà preparare un soffritto e soltanto successivamente si aggiungerà l’acqua.
Si chiuderà poi la pentola a pressione e si alza al massimo la fiamma.
Sentito il fischio, si potrà abbassare la fiamma e si procederà con la cottura per circa 45 minuti.
Terminato il tempo di cottura, si potrà aprire la valvola e così da far uscire tutto il vapore
e servire a piacere.

Dopo la cottura, la carne viene tagliata a fettine o disossata e servita su un piatto da portata. Per accompagnarla è possibile usare delle buone verdure sottaceto o una semplice insalata, come la lattuga.

Ottimo il bollito è pure con le salse, tipo la maionese o con la salsa al prezzemolo, basterà in quest ultimo caso lavare e tagliare le foglie di prezzemolo ed aggiungere un filo d’olio, insieme a sale e pepe a piacere ed po’ di succo di limone e con un frullatore ad immersione si potrà frullare il tutto.

L’utilizzo dell’idropulsore per denti

L’idropulsore per denti, meglio noto come irrigatore oppure doccia dentale, si caratterizza con un getto d’acqua, da utilizzare naturalmente oppure a seconda dell’occorrenza pure aggiungendo collutorio, capace di togliere placca e tartaro da denti e gengive. Su questo sito www.guidaspazzolinoelettrico.it tante utili informazioni a riguardo.

Caratteristiche dell’idropulsore per denti.

E’ dunque considerato un’alternativa al tradizionale filo interdentale, l’idropulsore difatti, è complementare a quest’ultimo, perchè sostengono gli esperti soltanto lo sfregamento del filo è capace di andare a rimuovere la placca in modo profondo. L’irrigatore orale è capace di andare a rimuovere bene i residui di cibo, ed è consigliato in modo particolare per chi indossa apparecchi ortodontici oppure protesi, senza considerare che l’idropulsore è tanto attento alla prevenzione di patologie delle gengive se usato nel modo più idoneo.

Ciò che contraddistingue un idropulsore da un altro è la struttura, nonchè la regolazione del suo getto, ma anche il modo di pulire, la tipologia di alimentazione e gli ugelli in dotazione.
Inoltre, c’è anche la variabile prezzo che non dovrebbe mai venire sottovalutata: anche se la spesa è un po’ più elevata a differenza dell’acquisto dell’irrigatore singolo, la scelta di uno spazzolino elettrico con idropulsore potrebbe risultare tanto conveniente, in particolare se ancora non si è eseguito il passaggio da quello manuale al tipo elettrico nell’utilizzo dello spazzolino, così da poter avere un sistema pulente completo e molto efficace per il mantenimento di una corretta igiene orale.

Il primo criterio di scelta riguarda la struttura dell’idropulsore per denti, che potrebbe risultare piuttosto ingombrante in base pure alla capienza e al tipo di alimentazione che lo supporta: in genere maggiormente voluminoso è l’irrigatore orale maggiori saranno le capacità di poter soddisfare un interno nucleo familiare nell’uso quotidiano, andando a fornire prestazioni di alta qualità. Ci sono poi, apparecchi più piccoli, usabili come idropulsori portatili, che i possono portare con sé in viaggio ma non godono di tanta capienza e soddisfano un solo utente.

I modelli migliori si caratterizzano per una capienza da 600 ml, e difatti, dei migliori marchi che vendono spazzolino elettrico più idropulsore offrono anche irrigatori con questa tipologia di performance, ma ci sono in commercio pure apparecchi con capienza inferiore, e quelli con una struttura tanto compatta in genere hanno un serbatoio compreso tra 100 e 160 ml. Un ulteriore aspetto che va ad incidere sulla struttura dell’irrigatore orale è il vano porta ugelli, laddove riporre tutti i beccucci in dotazione, e pure in questo caso la presenza e la capienza dell’accessorio è analogo alla voluminosità e all’ingombro dell’idropulsore. Non si deve sottovalutare nel complesso l’impatto ergonomico della struttura, sia per quanto riguarda il posizionamento dell’apparecchio sia per la facilità d’uso, risultando molto spesso un fattore determinante.

Usa al meglio la tua macchina del pane

La macchina del pane è un apparecchio che tutti dovrebbero possedere in casa. Chi l’ha già, sa bene quali sono i suoi numerosi vantaggi. Ma sappiamo davvero adoperare questo prodotto alla sua massima potenza? Vediamo, allora, di seguito come è possibile usare al meglio questo strumento così da riuscire ad ottenere un pane unico e genuino.

Adoperare la macchina del pane in modo corretto porta al risparmio

Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che una MdP è in grado di fare risparmiare non solo tempo, ma anche denaro. Vi renderete conto che questo strumento è capace di  trasformarsi davvero in un prezioso alleato. Per prima cosa potrete grazie ad un vostro programma personalizzato riuscire a creare il pane che desiderate nella quantità che volete così da averlo sempre a disposizione. Facendo un po’ di conti vedrete come a fine mese avrete anche risparmiato qualche soldino. Il risparmio di tempo è dato dal fatto che la macchina lavora al posto vostro: come un robot può facilmente dare vita a differenti impasti: da quello del semplice pane a quello della focacce e della pizza fino a gustosi croissant. In più niente più passaggi o file, soprattutto di domenica, dal fornaio. Usare correttamente la macchina del pane significa, tra le altre cose, leggere attentamente le istruzioni del modello che avete in casa così da scoprire tutte le sue funzioni e le sue modalità. Spesso, infatti, ci si ferma alla superficie realizzando magari sempre le stesse cose, totalmente ignari di come, soprattutto le macchine del pane moderne, siano ricche di innumerevoli e infinite funzioni vantaggiose. Se adopererete nel modo corretto l’apparecchio avrete la possibilità di mettere ogni giorno a tavola un pane sano, fragrante e profumato.

Il pane che volete sempre sul tavolo di casa vostra

Sapete che una MdP può realizzare con semplicissimi passaggi più tipologie di pane? Si può ideare quello con la farina di Kamut, quello con la farina integrale o ancora il pane ai cereali, alle mandorle, con le olive, il pane al farro. Tutto quello che desiderate è davvero possibile. Per sfruttare al meglio quest’apparecchio vi consigliamo di navigare su internet in cerca di ricette. Online esistono anche interessanti e approfonditi tutorial che spiegano, passo dopo passo, come creare meraviglie senza fare errori. Tra gli strafalcioni più comuni vi è, ad esempio, quello di  aprire il coperchio mentre sta avvenendo ancora l’impasto. Si tratta di un grave sbaglio che porta a sgonfiare irreparabilmente il vostro composto.

Come sterilizzare con il ferro da stiro

Eliminare i germi e i batteri con il ferro da stiro a vapore? Si può! Il ferro da stiro a vapore permette di sterilizzare in modo profondo le fibre tessili dei tessuti. Ecco i migliori ferri da stiro con caldaia:come scegliere, la guida, tra quelli caratterizzati dalla tecnologia Extra Steam. Si tratta di una guida dedicata ai brand migliori di ferri da stiro con caldaia che consentono di avere capi privi di pieghe e sterilizzati.

Per  una maggiore protezione dei propri bambini dai germi e batteri, è possibile con il ferro da stiro a vapore avere maggiori risultati, assicurando così, capi stirati ma anche igienizzati.

Sterilizzazione con il vapore dei ferri da stiro con caldaia.

Varie ricerche scientifiche hanno confermato che il vapore che viene erogato dalla piastra dei ferri da stiro con caldaia contrasti i germi ed i batteri.

I germi annidati in profondità nelle fibre tessili naturali e quelle sintetiche degli indumenti e della biancheria per la casa come lenzuola, coperte, etc. tendono a cagionare patologie di tipo infettive, allergia ed  anche asma.

Per tale motivo bisognerebbe affidarsi ai ferri da stiro dotati di caldaia esterna di ultima tecnologia che permettono il raggiungimento di rilevanti temperature, eliminando così i germi.

Per  poter igienizzare le fibre tessili e per la prevenzione delle forme di allergia e di asma occorrerebbe usare ciò che è capace di produrre vapore, come ad esempio le apparecchiature elettriche utili per pulire tessuti, tendaggi ed anche tappeti.

Sono tessuti di diversi genere che richiedono un’accurata e profonda igiene, difatti, grazie al vapore si potrà disinfettare ogni fibra ecologicamente ed in modo del tutto naturale.

Basterà versare dell’acqua demineralizzata nel serbatoio del ferro da stiro con caldaia per la produzione del getto di vapore ad elevata temperatura capace di igienizzare ed eliminare i germi ed i batteri.

La sterilizzazione è una particolare tecnica ed un processo fisico e chimico implementata ed integrata grazie all’evoluzione tecnologica ed ostacola la sopravvivenza dei microrganismi in determinate condizioni ambientali.

Secondo la norma EN 556, la sterilizzazione dei germi e batteri dovrebbe corrispondere all’inferiore probabilità di a 1 su 1 milione (SAL 10 –6).

Mediante alla pressione, la cui unità di misura è il bar, l’acqua nel serbatoio verrebbe trasformata in calore umido, ovvero il vapore che potrebbe raggiungere temperature che superano i 100°C.

Ciò va a garantire la totale sterilizzazione dei materiali e fibre penetrabili e di tutte le superfici che sono esposte sia agli agenti che ai microrganismi batterici.

Dunque, il ferro da stiro con caldaia consente la sterilizzazione degli indumenti e della biancheria per la casa, utilizzando vapore acqueo saturo.

 

Differenze tra spremiagrumi e centrifughe

Il consumo di frutta e verdura è fondamentale per condurre una vita longeva e avere un’alimentazione sana ed equilibrata. Per ottenere succhi gustosi e nutrienti è possibile utilizzare diversi elettrodomestici, come spremiagrumi e centrifughe. Vediamo le principali caratteristiche e differenze.

Lo spremiagrumi: agrumi che passione

Lo spremiagrumi può essere manuale oppure elettrico e funge da estrattori di succo di frutti come arance, limoni, pompelmi e altri agrumi. É perfetto per realizzare spremute nutrienti da sorseggiare oppure per ottenere il succo con cui creare ricette salate e dolci. Sicuramente lo spremiagrumi manuale è più economico, ma è più adatto a un uso occasionale. Al contrario, se si beve la spremuta ogni giorno, è preferibile optare per la versione elettrica, sicuramente un po’ più costosa, ma più rapida. Rispetto alla centrifuga, lo spremiagrumi occupa meno spazio e non consuma energia (nella versione manuale). Si consiglia di acquistarne uno che non abbia parti di metallo così che le proprietà nutrizionali degli agrumi rimangano inalterate. Il principale svantaggio dello spremiagrumi e che consente di ottenere succhi solo di agrumi e non di altri frutti o ortaggi.

La centrifuga, perfetta con frutta e ortaggi

La centrifuga viene utilizzata non solo con gli agrumi, ma anche con altri tipi di frutta e verdura. Grazie a delle lame specifiche e affilate sminuzza e tritura i prodotti molto velocemente. Infatti con la forza centrifuga, la polpa della frutta e della verdura viene spinta sul setaccio, che trattiene gli scarti e permette di bere solo il succo degli ortaggi. La bevanda è quindi leggera, omogenea, senza fastidiose impurità e sicuramente più nutriente e sana rispetto ai succhi confezionati. Inoltre si tratta di un elettrodomestico che si smonta e rimonta con grande facilità. L’unico svantaggio della centrifuga è che produce molti scarti, che tuttavia possono essere riutilizzati per realizzare ricette gustose, sia dolci sia salate.

case in legno vantaggi e caratteristiche costruttive

Oggi è sempre più diffusa la tendenza ad acquistare un’abitazione prefabbricata in legno e disporla nel proprio terreno, sia per la facilità di montaggio richiesta e sia per il comfort che offre questo tipo di soluzione.

Case in legno e caratteristiche

Le case in legno danno la possibilità di personalizzare e adattare ogni elemento della struttura in base alle proprie esigenze ed esistono varie metodologie di costruzione utilizzate a tal fine. Una delle tecniche più usate è fornita dal sistema a solaio costituito da elementi di legno posti a una distanza costante ai quali da ogni lato sono collegati dei pannelli strutturali che contribuiscono a formare pareti e solai; la procedura è conclusa con le varie opere di isolamento. Un altro sistema molto comune è chiamato X-lam ed è formato dall’unione di pannelli in legno massiccio incollati tra loro e uniti attraverso tecnologici collegamenti meccanici. Anche il Blockhaus ossia la costruzione data dalla sovrapposizione di blocchi massicci in legno sagomato, è un modello molto caratteristico e che presenta un alto grado di stabilità.

Vantaggi di una casa in legno

Sono molteplici i vantaggi che accomunano chi sceglie una casa in legno prefabbricata tra cui le proprietà che garantiscono di sicurezza in caso di fuoco garantendo una certa resistenza di fronte all’eventuale propagazione di incendi insieme ad un elevato grado di isolamento di cui beneficia tutto l’ambiente abitativo. Il tempo di realizzazione di queste abitazioni è molto ridotto e permette ai suoi realizzatori di avere a disposizione in tempi brevi il proprio ambiente personalizzato ed ultimato a regola d’arte. Il legno è un materiale ecosostenibile, rinnovabile e che può essere smaltito facilmente, presenta inoltre delle importanti qualità antisismiche che consentono all’abitazione di tollerare anche il 6° o 7° grado della scala Mercalli. Il fattore risparmio nell’acquisto di una casa in legno si riscontra anche nel prezzo che è più accessibile rispetto ai costi previsti per la costruzione di una casa tradizionale in muratura. Un’altra qualità fondamentale attribuita alle case in legno è data dall’isolamento termico e acustico assicurato e ciene infatti molto usata in paesi che hanno un clima particolarmente rigido. Il legno aiuta anche a contrastare la formazione di muffe ed è un materiale elastico che ha un peso specifico e una certa durabilità nel tempo; da non dimenticare che in questo genere di abitazioni è possibile ottenere un rilevante risparmio energetico in quanto sono in grado di mantenere la casa calda in inverno e fresca in estate e viene quindi evitato l’eccessivo uso degli impianti di riscaldamento e condizionamento. E’ possibile infine creare una casa in legno scegliendo varie forme e dimensioni e progettando un design flessibile e adatto ad ogni esigenza.

Articolo offerto gratuitamente dallo staff di:

De Raco Costruzioni
C.da. Pozzo S. Nicola, 2 – 89029 Taurianova RC – P.iva 02140580800

Prestiti veloci per cattivi pagatori

Prima che un prestito venga concesso, la banca o l’istituto finanziario a cui ci si affida controlla il nome del richiedente, che viene valutato anche dalla Centrale Rischi Finanziari. Può capitare infatti che a causa di una dimenticanza della scadenza di una rata e dunque il mancato pagamento di una parte del prestito una persona venga considerato come un cattivo pagatore. Cosa fare dunque a questo punto se una persona viene considerata un cattivo pagatore?

Non ci sono motivi di preoccupazioni, in quanto sempre più spesso vengono comunque offerti dei prestiti anche a questa categoria di persone.

Dunque una prima soluzione offerta ad un cattivo pagatore è quella di richiedere un prestito di consolidamento debiti, che permette al richiedente di riunire in un’unica rata tutti i finanziamenti che ha in corso in quel momento.

Un’altra possibilità per coloro che sono inseriti nella banca dati che valuta un cattivo pagatore è quella dei prestiti veloci. Si tratta di una delle soluzioni maggiormente diffuse, in quanto da diverso tempo a questa parte sono sempre di più le banche e le finanziarie che propongono questo tipo di finanziamento. Inoltre, uno dei vantaggi di questo prestito è che vengono solitamente concessi in tempi relativamente brevi e senza troppi problemi burocratici. Ma non è finita qui. I prestiti veloci vengono concessi anche a coloro che non possiedono una busta paga e pure, come detto in precedenza, ad un cattivo pagatore. In quest’ultimo caso, però, è possibile che passi qualche giorno prima che il prestito venga effettivamente erogato. Esistono diversi tipi di prestiti veloci concessi ad un cattivo pagatore. Innanzitutto ci sono i prestiti online, che vengono concessi in tempi ristretti in quanto sono controllati dal Crif, che sono delle banche dati che permettono all’istituto di credito o alla finanziaria di valutare e verificare la storia finanziaria del richiedente. Di solito, questi prestiti vengono anche definiti velocissimi, in quanto vengono erogati anche entro 24 ore dal momento in cui viene effettuata la richiesta.

Un’altra soluzione è quella che viene definita prestito con cessione del quinto. Questo tipo di finanziamento viene concesso in tempi brevi in principal modo a coloro che presentano una busta paga (e dunque dimostrano di avere un reddito) e a chi ha una buona storia creditizia passata. Ma è anche una proposta rivolta ai cattivi pagatori, ma in questo caso saranno necessari più giorni (dai 3 ai 7 giorni in linea di massima) prima che il finanziamento venga concesso a chi ha avuto problemi in precedenza. Ma è comunque necessaria una sorta di garanzia da parte del datore di lavoro prima che il prestito venga erogato. Il prestito con la cessione del quinto, infatti, è un tipo di finanziamento in cui l’importo di ciascuna rata viene pagata direttamente dal datore di lavoro, tramite la trattenuta di una parte (fino ad un massimo di un quinto) dello stipendio del dipendente. Si tratta inoltre di un prestito con un tasso fisso e costante e che non richiede alcun tipo di giustificazione nel momento in cui si effettua la richiesta Il versamento della rata tramite la trattenuta di una parte dello stipendio permette inoltre di non andare incontro a dimenticanze o ritardi. La durata del finanziamento dipende in particolar modo dall’importo di cui si necessita e dal reddito che si possiede: più è elevato è il reddito e più breve sarà il tempo di cui si ha bisogno per estinguere il prestito e viceversa.

Come sempre, però, il consiglio è sempre quello di valutare non solo un’offerta proposta da una sola banca o compagnia finanziaria. Per avere chiara tutta la situazione a cui si va incontro, è consigliabile valutare più proposte, in modo tale da poter effettuare poi la scelta giusta in base alle esigenze e alle necessità.

SEO off-page: tecniche di ottimizzazione efficaci e complete

Che cosa è il SEO off-page?

Il SEO è l’acronomico di Search Engine Optimization e spiega come un contenuto web possa essere ottimizzato per i motori di ricerca. Questo permette di avere un portale in grado di posizionarsi nelle migliori posizioni ed essere visitato dall’utente: la classificazione viene determinata da diversi fattori che permettono di aumentare o diminuire la propria presenza nelle prime pagine dei motori di ricerca. Esistono due aree che individuano e raggruppano questi fattori: una riguarda i fattori on page, che dipendono dal sito stesso, mentre ci sono anche dei fattori off page, che influenzano il posizionamento ma non dipendono dal portale. Bisogna dunque trovare delle tecniche di ottimizzazione efficaci e complete per poter migliorare il proprio spazio sul web.

SEO off-page: quali sono i pro e i contro?

Le tecniche di ottimizzazione efficaci e complete SEO off-page sono sempre efficaci?

Come già detto, i fattori che determinano il SEO on page sono strettamente correlati al sito stesso e ai contenuti presenti. A volte però non si può operare direttamente sul sito per determinati fattori. Prendiamo ad esempio il cambio di un’agenzia Seo che cura il sito, o ancor meglio la mancanza di una connessione FTP al server. Si può optare per un lavoro off page, che però ha i suoi pregi e i suoi difetti. Queste tecniche portano ad un risultato più efficace ed inoltre la figura professionale che si occupa di tutto ciò può lavorare anche tramite risorse e azioni che non dipendono dal sito stesso. Ci sono dei contro: Google penalizza di più questi comportamenti e sono più rischiose sulle tecniche on page. I motori di ricerca hanno un obiettivo, che è quello di ottimizzare la ricerca dell’utente: dunque il contenuto e la navigazione sono importantissimi e i fattori determinanti anche.

SEO off-page: quali sono le migliori tecniche di ottimizzazione efficaci e complete?

Quali sono i migliori accorgimenti per la SEO off-page?

Quali sono dunque i migliori accorgimenti che possono essere fatti senza arrivare a penalizzazioni?

Su tutti l’Anchor text: il testo che richiama i link (solitamente passando il mouse su un link troviamo delle parole di testo), deve contenere la parola chiave.

Se devi creare un articolo e devi ottimizzarlo per più keyword, puoi utilizzare il generatore parole chiave online, uno strumento molto utile in ambito SEO e SEM che ti consente di trovare tutte le combinazioni di parole chiave partendo da un elenco multiplo di parole chiave in maniera da facilitarti il lavoro.

Questo atteggiamento, perpetrato nel tempo, rischia di penalizzare il sito. Basta non creare troppi link con anchor text, in modo tale da evitare azioni da parte dei motori di ricerca. Anche la tecnica di Blogging è molto efficace: questo permette di creare un blog con dei guest post per uno scambio di articoli tra autori: fare blogging con autori affermati permette di avere una tecnica efficace e non nociva. Ci sono anche delle tecniche che però non dipendono sempre da un’azione ben precisa: parliamo del PageRank, un valore che Google assegna alla tua pagina (più è alto il valore più la posizione sarà alta). Un’altra azione che rientra nelle tecniche di ottimizzazione efficaci e complete è sicuramente l’Inbound link, che però deve essere fatto spontaneamente da altri blogger: inserire un link del tuo sito in un altro sito aumenta la valutazione.

Calvizie. Il trapianto di capelli in Turchia come soluzione

Ogni individuo perde in media 100 capelli ogni giorno. Questo fenomeno è fisiologico e non deve farci preoccupare eccessivamente. Quando però si nota che il numero di capelli in caduta aumenta considerevolmente e supera di gran lunga quello dei capelli in crescita, allora è opportuno rivolgersi immediatamente a uno specialista, il tricologo.

La caduta dei capelli è una condizione molto comune, che colpisce uomini e, al contrario di quanto si possa pensare, anche donne in altissime percentuali. Il mondo scientifico si è adoperato per secoli al fine di trovare una soluzione efficace contro la calvizie. I farmaci disponibili sul mercato possono ridurre e rallentare la caduta, ma combattere contro la genetica è impossibile.

Il trapianto di capelli rappresenta la soluzione più efficace per riappropriarsi della propria immagine ormai persa a causa della calvizie. La Turchia rappresenta uno dei paesi precursori in ambito tricologico. Alcuni tra i chirurghi della calvizie maggiormente accreditati e riconosciuti a livello internazionale operano nelle principali cliniche del paese.

Nella sua clinica di Istanbul, il Dott. Tayfun Oguzoglu offre trapianti di capelli a pazienti provenienti da tutto il mondo utilizzando le più innovative tecniche esistenti, nate e sviluppate grazie a decenni di studi e ricerche. Approfondimenti su: https://www.trapiantocapelliturchia-tayfun.com/

Come funziona il trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli è un’operazione chirurgica che consiste nell’estrazione delle unità follicolari dalla zona posteriore del cuoio capelluto, dove i capelli sono mantenuti poiché non sono intaccati dagli ormoni androgeni responsabili della caduta, e nel loro inserimento nelle aree glabre dello scalpo.

L’obiettivo è donare un look più folto e giovane allo scalpo del paziente affetto da caduta di capelli o diradamento.

Quali sono le tecniche di trapianto di capelli?

Le tecniche di prelievo delle unità follicolari si distinguono in:

  • Tecnica Strip: il chirurgo preleva una losanga di pelle dalla zona occipitale dello scalpo e da questa preleva le unità follicolari necessarie. La ferita è suturata e, se ben eseguita, sarà camuffata dai capelli circostanti. Le unità follicolari saranno poi singolarmente estratte dalla striscia di pelle, ripulite e inserite in incisioni precedentemente eseguite dal personale specializzato.
  • Tecnica FUE: il prelievo delle singole unità follicolari avviene direttamente dal cuoio capelluto tramite l’ausilio di uno strumento particolare definito punch. Questo metodo permette di evitare la formazione di una lunga cicatrice e, se eseguito da mani esperte, non causerà alcun esito cicatriziale visibile. Le fasi successive del trapianto sono le stesse della tecnica Strip: le unità follicolari sono pulite e innestate nelle aree glabre del cuoio capelluto.

L’importanza della scelta della clinica

Il numero delle cliniche specializzate in trapianto di capelli cresce di anno in anno data la sempre più alta domanda da parte del pubblico. Tuttavia, purtroppo, è molto semplice imbattersi in personale non opportunamente formato, le cui abilità scadenti possono mettere a repentaglio la sicurezza e la salute del paziente.

Il Dott. Tayfun Oguzoglu raccomanda l’importanza di effettuare accurate ricerche prima di sottoporsi all’operazione. Membro dell’ISHRS (International Society of Hair Restoration Surgery) si adopera per mettere in guardia i pazienti riguardo ai rischi della chirurgia e all’importanza della scelta di una clinica che operi nel rispetto delle rigide normative vigenti, con lo scopo di tutelare la salute di ogni individuo e la resa estetica del trapianto.

Integratori dimagranti: cosa occorre sapere?

Se stai leggendo questo articolo è probabile che tu non abbia mancato di notare la grandissima attenzione che si è creata attorno ad un nuovo integratore alimentare che parrebbe davvero miracoloso per la perdita di peso. Effettivamente, moltissime tra le Garcinia Cambogia opinioni in rete, ci parlano di un prodotto che aiuterebbe l’organismo a bruciare i grassi in modo sano, più veloce e praticamente senza effetti collaterali. E con l’incredibile vantaggio di sentirsi sempre sazi. Vediamo dunque più da vicino le caratteristiche della garcinia che hanno contribuito alla sua fama.

Di cosa si tratta?

Questo supplemento è stato presentato al mondo per la prima volta durante uno show del medico statunitense Dottor Oz. Il suo team di professionisti, durante la trasmissione, ha spiegato quanto e come questa nuova pillola sia in grado di aiutare il corpo ad utilizzare le sue riserve di grasso in eccesso e a bloccare la costruzione di nuove riserve. Riducendo contemporaneamente la fame e lo stress.

Per queste caratteristiche, si tratta si tratterebbe praticamente della soluzione perfetta per tantissime persone. Tuttavia, come per ogni nuovo prodotto lanciato in questo settore, non manca lo scetticismo. Alcuni sostengono si tratti di un vera e propria rivoluzione. Altri credono che la diffusione di questo supplemento non sia altro che una manovra di marketing. E dunque una truffa da parte di società senza scrupoli.

Informazioni sulla garcinia

La Garcinia, effettivamente, non è un miracolo. Ma un semplice frutto chiamato anche tamarindo malabar, derivante da una pianta del sud-est asiatico. Viene utilizzato da secoli dalle popolazioni locali come ingrediente culinario. E dalla medicina orientale come gastroprotettore naturale.

Queste le proprietà della sostanza:

  • aiuta a combattere l’acidità di stomaco
  • influisce in modo benefico sui problemi intestinali e sui reumatismi
  • contiene HCA (acido idrossicitrico) principale responsabile della perdita di peso nell’organismo
  • è un conservante alimentare naturale
  • previene l’eccesso di gas nell’apparato digerente

Perciò che concerne la perdita di peso, la Garcinia funziona nel seguente modo. In primo luogo blocca l’enzima citrato liasi che, nel fegato, è responsabile della conversione di zuccheri e carboidrati in grasso. In pratica, la sostanza non fa altro che spingere zucchero e carboidrati verso le riserve di energia per consentire all’organismo di bruciarne una maggiore quantità.

Contemporaneamente, l’acido idrossicitrico invia anche diversi segnali benefici al cervello, stimolandolo a produrre una maggiore quantità di serotonina, ovvero il cosiddetto ormone della felicità.

Grazie a questa doppia azione, l’organismo si sente sazio. La spiegazione scientifica dunque esiste, è chiara e riscontrabile. Ed effettivamente è stata riscontrata da molti consumatori. Ovviamente, non bisogna dimenticare che, per ottenere risultati importanti e duraturi, occorrerà comunque mantenere uno stile di vita sano. Sia per ciò che riguarda l’alimentazione, sia nel movimento fisico.

Cristina Buccino sfoggia il suo bikini mozzafiato a Ibiza…. Le vacanze proseguono a gonfie vele

La bellissima Cristina Buccino continua a far parlare di se rendendo l’estate già calda di suo ancora più rovente, o meglio bollente agli occhi dei tantissimi fan che la seguono assiduamente ogni giorno.
Cristina per l’ennesima volta, senza preoccuparsi più di tanto, nella bellissima località di Ibiza ha messo in risalto il suo strepitoso fisico….curve mozzafiato che non tutte le donne purtroppo si possono permettere di avere. La Buccino sta passando le sue rilassanti vacanze fatte di bagni continui e sole a go go con le sorelle Maria Teresa e Donatella. Da qualche giorno ha anche tenuto una festa super per il suo completanno numero 32 dove gli invitati erano davvero in massa….
Stando a quanto trapelato di recente, evidenziamo comunque che niente di ufficiale è presente, sarebbe una delle possibili concorrenti dell’edizione numero due dell’attesissimo Grande Fratello Vip di Mediaset. Non sola e soletta, tuttavia, con lei salvo imprevisti nella casa più spiata d’Italia dovrebbe entrare anche l’amatissima sorella Maria Teresa. Capitolo Donatella, invece, avrebbe altri progetti per la testa e per ora non avrebbe dato nessuna disponibilità per la nuova edizione del Grande Fratello: si starebbe preparando ad organizzare nel miglior modo possibile le nozze con l’imprenditore Nico Guido.
Una cosa è certa, Grande Fratello Vip….sorelle o meno….L’unica a far impazzire i fan è sempre lei, Cristina Buccino!
Fonte: https://anticipazioni.org/uomini-e-donne

Come impostare al meglio il tuo router wifi

Impostare al meglio un router è un operazione semplice e veloce che può migliorare sensibilmente la velocità e la stabilita della vostra connessione WiFI. Dovrete accedere al pannello di controllo del vostro router e da qui agire modificando determinati paramatri. Per accedere al vostro router il primo passo è solitamente digitare in un broswer l’indirizzo 192.168.1.1 oppure 192.168.0.1 e premere invio, se la pagina dovesse non aprirsi provate a cercare sul libretto delle istruzione oppure aprite il prompt dei comandi di Windows e digitate IPconfig, premete invio e digitate poi l’indirizzo relativo a gateway predefinito.

Impostazioni:
Ora che siamo all’interno del router dobbiamo cercare la scheda che riporta alle impostazioni avanzate WiFi, il nome della scheda varia in base al modello di router ma in linea generale sono simili tra loro.
Dalla scheda impostazioni avanzate WiFi andiamo a modificare alcune voci.

Modalità WiFi:
da qui potete selezionare il tipo di connessione wireless, è consigliabile usare un solo tipo di connessione attiva per volta, la connessione tipo N è la più performante.
Attenzione però non tutti i dispositivi, in particolare quelli più vecchi, sono capaci ci riconoscere lo standard N, in tal caso lasciate come standard il tipo misto.
Se lasciate il tipo misto è consigliabile attivare CTS Mode, in questo modo si impedisce a dispositivi wireless che adottano modalità diverse di collidere, diminuendo le interferenze ed aumentando la stabilità del segnale.

Ampiezza Banda:
Come regola generale se avete un router a 2.4 GHz di default avrete i 20 MHz, se avete un router a 5 GHz avrete i 40 MHz, queste impostazione sono già ottime cosi quindi verificate che siano cosi impostate.
Dovete invece verificare che non sia impostata una banda mista 20/40 MHz in quanto causa di interferenze che rallentano la navigazione. Su alcuni Router è presente la voce 20/40 MHz coexist, opzione utile a mitigare le interferenze in banda mista.

Potenza di segnale:
Indica la potenza del segnale generato dalle antenne del router, dovete impostarlo al livello massimo per essere sicuri di ricevere il miglior segnale possibile in ogni stanza della vostra abitazione.

STBC:
Lo space time block coding, utilizzato nelle trasmissioni dati attraverso rete wirless, è un impostazione presente in alcuni router con doppia antenna. Attivando questa impostazione le due antenne del vostro router saranno utilizzate contemporaneamente inviando in doppia copia le stesse informazioni, in queste modo in presenza di interferenze la possibilità di perdita dell’informazione sarà ridotta in modo drastico.

Cambiare il canale WiFi:
Soprattutto se vivete in palazzine e condomini il vostro router può subire interferenze derivanti da reti limitrofe impostate sullo stesso canale. Di default nei router a 2.4GHz il canale impostato è il 6, provate a cambiarlo per esempio su 4 o 10.
Se possedete un router a 5GHz, data la scarsa diffusione attuale di questi ultimi non sarà necessario effetuare l’operazione di modifica canale.

Consigli di carattere generale:
Per ottimizzare la vostra connessione WiFi cercate di posizionare il vostro router in una zona il più centrale possibile all’interno della vostra abitazione, possibilmente lontano da elettrodomestici come forni a microonde e cordless.
Non dimenticare di controllare saltuariamente la presenza di aggiornamenti firmware per il vostro router e se notate cali drastici di velocità e stabilità provare a riavviare il modem di tanto in tanto può apportare notevoli benefici.
Fonte: www.routerwifimp.it